Avvocato Pitorri: aiutare gli immigrati oggi

    0
    70

    Avvocato Pitorri: la figura dell’avvocato per l’immigrazione è essenziale, soprattutto perché tanti provano a truffare i rifugiati. Non solo hanno dovuto affrontare il viaggio della speranza, arrivare in una terra sconosciuta, senza conoscere la lingua. Ci sono anche dei problemi dal punto di vista dell’integrazione anche per questo motivo. Ricordiamo che, a detta di molti, l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri è uno dei migliori avvocati immigrazionisti presenti in Italia.

    Secondo l’Unione Europea, leggiamo sul blog www.permessidisoggiorno.com dell’Avvocato Pitorri,  l’immigrazione è un confronto e di scambio di valori, di standard di vita e modelli di comportamento tra popolazione immigrata e società ospitante

    Come può un avvocato aiutare l’immigrato? Sotto tanti aspetti, dal momento in cui non è assolutamente facile trovarsi in terra straniera, senza contatti, senza un appoggio o supporto. È necessario che gli avvocati possano supportare i rifugiati nel loro processo di integrazione, permettendo loro di ottenere il permesso di soggiorno e di regolarizzarsi anche sotto il punto di vista del lavoro, poiché fin troppo spesso si ritrovano a lavorare a nero, senza alcuna sicurezza.

    Le storie degli immigrati con l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri

    Mettiamoci nei panni degli immigrati e dei rifugiati, leggiamo le loro storie: svestiamoci dei nostri panni e indossiamo le scarpe degli altri. Qual è il loro percorso? Come sono giunti fino a qui?

    “Non mi piace parlare di come sono arrivato in Italia. Mi fa sentire debole, esposto. Ogni tanto ricordo il mio viaggio, ma solo quando me lo chiedono perché sono davvero interessati alla storia e non perché vorrebbero trovare qualcosa da criticare. Non è facile essere un immigrato. C’è chi lo pensa, che sia divertente, quasi. La verità è un’altra. Io ci ho messo anni a sentirmi a casa qui. È stato fondamentale ricevere aiuto, anche da alcuni avvocati, come Iacopo Maria Pitorri, che ancora ricordo con un sorriso nel cuore. Non voltatevi dall’altra parte quando vedete un immigrato. Non fatevi terrorizzare dal colore della pelle: è solo una sfumatura, nulla di più.” Abitare in Italia fa di noi dei privilegiati rispetto ad altre zone del mondo. Siamo figli di una fortuna casuale, che ci ha permesso di nascere in un posto meraviglioso, dove non piovono bombe, dove non siamo perseguitati. Dove possiamo vivere. “Mi sentivo a disagio agli inizi, anche a mangiare un piatto di pasta. La traversata non potrò mai dimenticarla. Ho perso mia madre. Ho perso mio padre. Ho lasciato la mia famiglia, il mio paese, e l’ho dovuto fare senza remore, perché dovevo. Sono fuggita, sono salita sull’imbarcazione. Lì ebbe inizio il mio viaggio della speranza, ma non solo: il mio viaggio verso la vita. Agli inizi, ho ricevuto un po’ di aiuto dai centri di accoglienza, ma devo dire che l’avvocato Pitorri si è rivelato provvidenziale sul mio percorso di integrazione. Dopo il mio primo lavoro, ho deciso di specializzarmi come OSS. Ho una casa, un fidanzato e anche due gatti. Sono felice.”